quotidianoitalia.it

Vai al sito “”Lunedì prossimo 15 novembre Radio Libera Tutti, la web radio dei Castelli Romani, nella sua trasmissione di approfondimento in onda dalle ore 21 alle 22.30 ospiterà Ignazio Cutrò, l’imprenditore di Bivona che dopo 10 anni di angherie mafiose ha deciso di denunciare i suoi estorsori; grazie alla sua collaborazione è partito ad Agrigento uno dei più grossi processi a Cosa Nostra, “Face Off”, e grazie ad Ignazio, la cupola mafiosa di Bivona che si trova vicino Agrigento è stata decapitata.Ma subito dopo il suo atto di coraggio contro la mafia viene lasciato solo dalle istituzioni e dalla Confindustria, restando sul lastrico e ricevendo continue minacce di morte.Nella trasmissione di lunedì si vorrò fare luce sul fenomeno del racket contro gli imprenditori e discutere con Ignazio Cutrò di cosa vuol dire avere coraggio nella terra delle mafie, di come viveva e vive prima e dopo aver denunciato i suoi aguzzini.Emanuele Menicocci, speaker radiofonico che conduce la trasmissione di approfondimento A Passeggio con Melampo spiega così la volontà di dar voce a Ignazio Cutrò: ” Ignazio Cutrò è stato abbandonato da tutti nel suo atto di coraggio e il suo nome spesso è sconosciuto anche agli addetti ai lavori di chi si occupa di antimafia. Come nello slogan della nostra trasmissione parleremo di quello che gli altri nascondono!”””

3 pensieri su “quotidianoitalia.it

  1. luca

    Rappresenti la speranza per la maggiorparte di siciliani onesti. Purtroppo quasi nessuno ha il coraggio di esaporsi e manifestarti una piena solidarietà. La speranza è che possa continuare, anche se molti siciliani non meritano il tuo sacrificio!

  2. Dem

    Je ne comprends l’Italien, mais j’ai lu votre histoire dans le journal de mon pays, je suis noir et j’aime ton idée d’être honnête, sincère et dur. Toutes mes félicitations d’avoir tenu tête et bravo !!!

  3. lilla piazza

    forza resistete, sono virtualmente con voi e vi ringrazio a nome di tutti i cittadini onesti del nostro paese. Sarebbe però bene che si svegliassero perchè mi sembra che dormicchiano troppo dentro il calduccio delle loro case.

I commenti sono chiusi.